giovedì 19 febbraio 2015

Devo ancora imparare

L'amore non si chiede, non si comanda, non si decide a tavolino,
succede e basta, e non ci si può forzare, non si può imporre e non si può fingere.
Arriva e ti scompiglia i pensieri e la giornata, ti riempie il petto ed il respiro,
ti riempie di energia ed allevia i problemi.
Se ne va e i giorni sembrano cupi anche quando c'è il sole, sembra inverno fuori come dentro di noi,
è come se invecchiassi all'improvviso di un decennio,
è come se il sangue si prosciugasse nelle vene, lasciandoti privo di forze.
Smettere di essere amati forse è più facile, almeno c'è qualcuno con cui prendersela, si può trovare un capro espiatorio, un destinatario per le imprecazioni più terribili che ci vengono in mente...
Smettere di amare è rovinoso, dover comunicare ad un'altra persona che non è più nel nostro cuore, che non è più il primo pensiero del mattino ed il primo sorriso che vorremmo incrociare, è qualcosa di straziante...
Dover trovare il momento adatto e le parole giuste per evitare che l'altro si senta sminuire, cercare di far capire che non è che abbia qualcosa di sbagliato o di negativo, e che non vale meno di prima è basilare per chi ha certi princìpi.
Come non sentirsi in colpa? Come poter alleviare la sofferenza? Come trovare le parole ed il modo opportuni? E come accade che l'amore finisca?
Vorrei che fosse una materia da studiare a scuola, che ci fossero tanti maestri in grado di insegnare questo come una materia qualsiasi, non mi perderei una lezione, sarei l'allieva più appassionata!

Nessun commento:

Posta un commento