lunedì 27 luglio 2015

L'anima dell'isola

Sono nata su un'isola, meravigliosa, ma non riesco a viverci. Non mi riconosco nell'invidia verso chi ha successo perche' lavora sodo, nella tristezza di giorni tutti uguali per la paura di andare controcorrente, nella scarsa volonta' di stare al mare perche' tanto e' sempre a disposizione. Non amo la ristrettezza di paesi e strade che si rispecchia in una ristrettezza di vedute, la diffidenza mista ad ammirazione di chi viene da fuori, perche' "conosce il mondo". Non sopporto l' obbligo delle consuetudini e delle mode per poter essere parte della comunita', il pessimismo latente di chi ricorda tutte le fatiche delle vecchie generazioni, chi annebbia la mente con l'alcool anziche' mettersi alla prova e allontanarsi dal proprio nido di affetti. Non mi piace chi augura ai giovani guerre e fame perche' imparino i veri valori, chi si accontenta dei minimi termini pur di non stancarsi. E' un'isola meravigliosa, davvero, natura mozzafiato, colori e profumi intensi, persone genuine ed accoglienti. Persone che farebbero di tutto far stare bene gli altri ma non fanno altrettanto per se' stessi e la propria civilta'.

Nessun commento:

Posta un commento