lunedì 31 agosto 2015

Expo 2015

Vetro, metallo, legno, pietre, materiali antichi come la terra lavorati in modo incredibile e mescolati a materiali innovativi, riciclabili e multifunzione in modo armonico ed inaspettato per un risultato spettacolare. Pura arte, architetture fantastiche, atmosfere esotiche, soluzioni da film fantasy e fantascientici allo stesso tempo, costruzioni da ammirare a bocca aperta nelle quali riconoscere l'impegno simultaneo di architetti, ingegneri, elettricisti, idraulici geniali e visionari. Un'esperienza che impegna tutti i sensi e le energie e permette di mettersi alla prova anche fisicamente e divertirsi senza distinzione di età; come la rete del Brasile, il monopattino dell'Estonia, i rocchetti intorno all'albero della vita. Un numero infinito di gradini per godersi la vista delle e dalle splendide terrazze che devono aver progettato immaginando gli antichi giardini pensili di Babilonia e dovunque, soluzioni ultramoderne per rinfrescarsi, illuminare, sostare per qualche minuto...
Nonostante le mazzette, le polemiche, i ritardi epici, la cementificazione, l'expo è un luogo da favola, il tema principale passa in secondo piano, salta fuori da ogni particolare l'impegno profuso per far si che tutto funzioni e sia un centro di cultura e bellezza e lavoro .




Nessun commento:

Posta un commento