lunedì 3 agosto 2015

Amara lucidità

Via, via, via dal brontolio dell'autocommiserazione, dai dolori affaticati della vecchiaia, dai silenzi obbligati e l'ascolto partecipe di trite lamentele sempre uguali. Via da un luogo dove bisogna muoversi meno possibile, occupare meno spazio possibile per non toglierne ai soprammobili ed agli orpelli irrinunciabili in una vita che da' valore all' apparenza. Via dal dolore che ruba energie agli affetti invece che avvicinare alla spiritualita'. Via dalla convinzione che tutti siano malvagi e in procinto di cogliere l' occasione giusta per attaccare. Via da un'atteggiamento perennemente difensivo per paura di essere delusi. Via dalla rabbia e dal rancore, via da chi ti viene incontro a prezzi altissimi o con un secondo fine. Via, con una decisione lucida e salvifica , con la saggezza di chi, a 8 anni, ha gia' dentro di se' un disegno e qualche consapevolezza. Via per salvarsi e non diventare cosi', per poter costruire di meglio, per provare ad inventare un altro futuro.

Nessun commento:

Posta un commento