giovedì 4 febbraio 2016

Storia di sguardi

Sai, ho fatto un sogno,
di noi due, sul divano
le gambe intrecciate ed un libro in mano
"Il tuo di cosa parla?" Ti chiedo, suadente,
tra una riga e l'altra...
Raccontamelo con le tue mani
racconta fino a domani
racconta, si, ma senza parlare
che sia una storia da immaginare
ed io poi ti racconto la mia
le mie mani sanno tante trame
e tu mi rubi le parole dalle dita
 le labbra puoi usare per meglio narrare
ed i tuoi occhi ma non le parole
perdersi nel tuo sguardo che illustra le storie
sai che potrei ascoltarlo per ore
sei tutti gli sguardi che vorrei...
Si sta così comodi su questo divano
tu sei il mio libro
ed io, sono, nella tua mano.


Nessun commento:

Posta un commento