lunedì 8 maggio 2017

Polpa di fulmine


Un mese era bell’e passato

dal loro incontro nel campo arato

aveva colto tutto il contadino;

chiuse le verdure nello stanzino.

 

Iniziarono così, quasi per caso

a prendersi in giro, per il naso

Cavolo e Zucca bitorzoluti

trovandosi così vicini, seduti.

 

L’altre verdure notaron divertite

lo scambio di proposte assai ardite

gli sguardi e i sorrisi sinceri

che li facevan sentir tanto fieri

 

e tanto amati, nonostante tutto

i due; Zucca vuota e Cavolo brutto.

Parlavano insieme di ogni cosa

e un giorno lui le portò una rosa.

 

Vissero i loro giorni sempre uniti

finendo in una teglia ben conditi

così le altre verdure finalmente

riconobbero la passione ardente.

 

E così continuarono a provare

ma non riuscirono mai a spiegare

quella grottesca storia d’amore

tra una zucca e un cavolfiore.

 

Nessun commento:

Posta un commento