martedì 12 aprile 2016

Io sono da leggere

Io sono da leggere.
Scrivo anche se non mi ascoltate.

Pensieri inestricabili, che, scritti, diventano conferme.
Non scrivo solo per sentirmi meglio
ma per avere la consapevolezza di quello che provo.

 
Solo quando scrivo per me riesco a raggiungere altri cuori.
Da quello che scrivo emerge quello che penso
ma non cosa provo, cosa sento.
 
A volte scrivo per esorcizzare brutti ricordi
e poi, mentre li ricordo, ci soffro ancora. 
Pensieri, fantasie, sensazioni;
questo e' cio' che scrivo.
Il resto, quello che
non racconto, lo vivo.
 
Quando la stanchezza mi inchioda
mi rifugio nella poesia per alleggerire l'anima.
 
Ho tolto tutti i sogni dal cassetto,
 li ho messi su un quaderno
e sono diventati poesia.


Nessun commento:

Posta un commento